domenica 23 dicembre 2007

LIBRI DI DICEMBRE


L'occhio mi cade sulle mie cose. I busti, gli elefanti, le aquile, i budda, le vecchie fotografie... piccolo museo di opere d'arte minore da pochi soldi che ho scelto e ho portato a casa mia. Da loro l'occhio passa al giardino: spio gli uccelli. Tra due mesi spierò le gemme. Poi l'occhio va sui libri, uno qua l'altro là. Inaspettato, un senso di calore. Come avere la casa piena di amici discreti e sensibili. Ho appena letto L'ULTIMO RE e UN RE E IL SUO CAVALIERE di Bernard Cornwell, uno dei miei autori preferiti. Sulla Garzantina di Letteratura non compare nemmeno. Hanno preferito la Patricia. Ci rimango male. Poi CARDINALI E CORTIGIANE di Claudio Rendina, i cui PAPI sono in attesa insieme a I CAPITANI DI VENTURA.
LA VENDETTA DEL LONGOBARDO di Marco Salvador è fermo a pagina 112 da quest'estate. Peccato, il primo mi aveva entusiasmato. A pagina 268 è invece fermo LE CINQUE STIRPI di Markus Heitz: centomila copie, lo scrittore di fantasy più letto in Germania... Mah!
Sono a pagina 176 di I FIGLI DI HURIN di Tolkien. Procedo senza entusiasmo. Mi sembra di leggere una bibbia senza geova. O un mito senza un vero eroe. Oggi mi sono arrivati (ordinati da Betti in Ibs) BIANCA CAPPELLO di Giuseppe Rovani (mi piacerebbe farne un dramma "astorico") e A UN PASSO DALLA FORCA di Angelo Del Boca (fascisti in Libia, mi serve per MAMMA BASTARDA, il teatro che sto scrivendo sulle malattie dei miei genitori).
In lista d'attesa vedo due di Terry Pratchett, BUONA APOCALISSE A TUTTI! e STELLE CADENTI. Forte Pratchett! Poi I SEGRETI DI PARIGI di Corrado Augias (io e Betti volevamo andarci l'anno scorso, ma abbiamo rimandato a chissà quando), IL CODICE DELLE FATE di Lisa Tuttle (cominciato e smesso da Betti), L'AUTUNNO DEL MEDIOEVO di Huizinga, LA CROCIATA DEI BAMBINI di Marcel Schwob (mi piacerebbe ricavarne un romanzo), PERCHE' NON POSSIAMO ESSERE CRISTIANI di Pergiorgio Odifreddi, MARUZZA MASUMECI di Andrea Camilleri e IL RISVEGLIO DELL'ASSASSINO di Robin Hobb (grande! e non presente nella Garzantina - ma gli scrittori di fantasy che cosa sono, fantasmi della letteratura? però non manca ahi ahi! la Rowling).
Buona lettura. Buona fuga. Buon viaggio tra i mondi. Buona carezza dell'immaginazione. Buon sogno. Buona consolazione. Buona esaltazione. Buona emozione. Buona vita di carta. Buona vita di parole. Meglio un giorno di libri che cento di realtà.

5 commenti:

marcosalvador ha detto...

mi dispiace. se vai nel mio sito www.marcosalvador.com trovi le mail con le quali, ti sarei grato, potresti dirmi perchè la vendetta non ti piace.
marco salvador

marcosalvador ha detto...

mi dispiace. se vai nel mio sito www.marcosalvador.com trovi le mail con le quali, ti sarei grato, potresti dirmi perchè la vendetta non ti piace.
marco salvador

aquilino ha detto...

caro marco, ti rispondo qui, è un blog - ma non devi dispiacerti, io non ho certo critiche da fare sul tuo libro, e ti rinnovo la mia stima per la tua scrittura, per la tua competenza... per tutto, insomma - sei uno dei grandi in italia - ma un libro è sempre un incontro a due e non sempre è il libro che non fa andare troppo bene l'incontro, a volte è il lettore, lo stato d'animo in cui si trova, la potenzialità di accoglienza del momento ecc. - ho solo rimandato la lettura perché vedevo che non mi prendeva, non ne traevo emozione, non mettevo a fuoco il protagonista... per cui non me la sento di dare altri giudizi, adesso - rimando a quando tra poco riprenderò in mano il libro e finirò di leggerlo - felicissimo comunque di avere avuto un incontro addirittura con l'autore
aquilino

Anonimo ha detto...

grazie, aquilino. è che evaldo un po' odiosetto lo è. inoltre, se tu sei chi io credo (lett. per raga.), il tuo giudizio è piuttosto importante per me.
ciao.
ms

tittieco/dadda ha detto...

Caro Aquilino, per Natale ho ricevuto alcuni libri in regalo tra i quali uno a mio parere coinvolgente e simpatico; mi permetto di segnalartelo:
titolo LE CINQUE PERSONE CHE INCONTRI IN CIELO. autore MITCH ALBOM.
Se lo leggerai fammi sapere il tuo parere, al quale tengo molto.
Un saluto Tittieco/Dadda.